Congresso di mezza stagione dell’Associazione Apicoltori Professionisti Italiani (Aapi)

Data

23 luglio 2014

Orario

12.00

Luogo dell'evento

Hotel Europa
Modena

Costo

riservato ai soci professionisti

Visto per voi…. Resoconto della giornata
Congresso di mezza stagione dell’Associazione Apicoltori Professionisti Italiani (Aapi)
- Modena 23 luglio 2014-

Problematiche connesse al trasporto delle arnie per i nomadisti

In primo luogo si è discusso delle problematiche connesse al trasporto delle arnie mediante mezzi pesanti che richiedono la patente C. Il problema sollevato dai principali nomadisti è legato all’impossibilità di compiere lunghi spostamenti a causa dell’obbligo di rispettare i tempi di sosta ogni 9 ore di viaggio. Sarebbe opportuno, a tal proposito, ottenere dal Ministero delle deroghe così come avviene per alti settori. Altre problematiche emerse in merito al trasporto sono legate alla necessità o meno del registro delle assenze e alla necessità o meno del CQC. 
Sembrano esserci criteri di applicabilità differenti in varie zone d’Italia e per tale motivo sarebbe opportuno redigere una richiesta di chiarimenti al Ministero dei trasporti. Tuttavia, prima di avviare tale procedura, si rende necessario individuare e nominare una figura che provveda al reperimento e allo studio del materiale sull’argomento.

Produzioni di miele nel 2014

In generale, si registra un diffuso malcontento in merito alle produzioni.
“Annate così non si ricordano, forse, dal 1977!”

Di seguito si riportano le produzioni medie per alveare:

  • Agrumi: produzioni scarse e solo in zone limitate.
  • Acacia: produzione scarse comprese tra 0 e 10 kg; punte di 20 kg in Liguria e di 30 kg in Piemonte.
  • Castagno: produzioni scarse che oscillano tra i 2 ed i 10 kg con qualche punta in Piemonte di 20 kg.
  • Tiglio di città: produzioni buone che oscillano tra 15 e 30 kg (principalmente in Veneto ed Emilia Romagna).
  • Tiglio di bosco: produzioni quasi del tutto assenti con qualche eccezione in Piemonte (10-20 kg).
  • Sulla: produzioni basse con 25-35 kg in Campania e Molise.
  • Trifoglio: localizzato in Toscana con 20-25 kg.
  • Girasole: produzioni in ritardo rispetto al solito (si prevedono 20-25 kg).
  • Eucalipto: qualche segnale di ripresa nel basso Lazio ed in Sardegna.
  • Miele di Melata: è ancora presto; in alcune zone le produzioni potrebbero oscillare tra i 20 ed i 30 kg.

Nell’analizzare le produzioni mondiali, anch’esse in calo drastico, ci si lascia con l’interrogativo che, forse, non è poi solo colpa del maltempo!

Prime prove sul MAQS fatte da Aspromiele

Il tanto atteso prodotto a base di acido formico sembra avere problemi di conservabilità e di gestione (in condizioni particolari si esaurisce in 2-3 giorni anziché durare i 7 giorni indicati dalla casa produttrice).

Le prove sono state effettuate sia in presenza che in assenza di covata. In queste ultime condizioni, forse a causa dei diversi regimi di ventilazione, l’efficacia del prodotto si riduce al 40%. In presenza di covata ed in condizioni vicine a quelle indicate per il suo utilizzo, le percentuali di efficacia salgono all’87% (min 67% e max 98%). Il 20% delle famiglie hanno presentato orfanità dopo il trattamento con il MAQS; sembrano essere particolarmente infastidite le regine vecchie.

Attività BeeLife

È scattata la seconda fase di BeeLife, la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi in difesa delle api e della biodiversità. Ad oggi sono stati raccolti 55.000 euro e spesi, prevalentemente per l’allestimento del sito e la stampa dei gadgets, 14.000 euro.

Un primo e fondamentale risultato è stato già raggiunto in quanto sono state redatte dall’UE le nuove procedure per la messa in commercio dei pesticidi. Tali procedure sono più severe e stringenti in merito ai criteri con i quali i nuovi farmaci verranno testati in relazione ai loro effetti sugli insetti impollinatori. UNAAPI, che grazie ai fondi raccolti dalla campagna BeeLife ha avuto la possibilità di leggere il nuovo documento, ha espresso parere favorevole. Presumibilmente, le procedure diventeranno ufficiali in autunno.

L’Unione Europea ha anche cambiato le modalità con le quali la parte politica dovrà rapportarsi con i rappresentanti del mondo agricolo che fino a poco tempo fa venivano compartimentalizzati. Con il nuovo sistema, invece, il dialogo si sposterà all’interno di gruppi tematici detti di “dialogo” (ne sono stati creati 14: prodotti animali, seminativi, PAC, prodotti biologici, etc.).
All’interno di tali gruppi tematici, le organizzazioni che a vario titolo vogliono far valere i propri interessi, si iscrivono e espongono le proprie istanze. Ad oggi 104, associazioni/organizzazioni/industrie si sono iscritte nei 14 gruppi di dialogo. BeeLife parteciperà a 5 di questi gruppi tematici nei quali farà valere gli interessi degli insetti impollinatori.

Avvelenamenti e spopolamenti: è nata la squadra di pronto intervento apistico

La Squadra di pronto intervento apistico (Spia) è un servizio attivato dal progetto BeeNet, nell'ambito della Rete Rurale Nazionale, e finanziato dal Ministero (MIPAAF). È un servizio che si rivolge agli apicoltori che segnalano spopolamenti degli alveari, improvvise sparizioni e mortalità eccezionali di api o altre anomalie apistiche.

Successivamente alla segnalazione, l’apicoltore viene contattato telefonicamente per valutare la tipologia e l’entità del danno e, nel caso fosse necessario, dopo aver avvisato le Asl e le associazioni apistiche di zona, viene effettuato un sopralluogo con raccolta di campioni (api vive e morte, cera, polline, suoli, piante, etc.) i quali verranno analizzati; i risultati di tali analisi verranno restituiti all’apicoltore ed al sistema mediane un report.

Le segnalazioni si possono effettuare:

  • direttamente ad Aspromiele;
  • tramite il numero telefonico dedicato 051.36.14.66;
  • tramite il modulo web di segnalazione (compila modulo web);
  • tramite messaggio fax al numero 051.35.63.61;
  • tramite e-mail dedicata: segnalazione@inapicoltura.org

Il servizio è in crescita e lo dimostrano i numeri: nel 2012 ci sono state 44 segnalazioni; nel 2013 le segnalazioni sono salite a 74; nel 2014 sono già pervenute 90 segnalazioni.

Condividi questo:

Referente

-