Bando pubblico di finanziamento per l’acquisto di arnie con fondo a rete per il controllo della varroasi - Azioni dirette a migliorare le condizioni generali della produzione e della commercializzazione dei prodotti dell’Apicoltura (Misura B: azione b.3) 


Annualità 2016- 2017
In attuazione del Regolamento (CE) n. 1308/2013
D.D. n.10 del 10-11-16 pubblicato sul BURC n. 75 del 14/11/2016
Somme totali messe a disposizione sulla misura b.3: 136.100,00 euro (quota pubblica)


Beneficiari

Persone fisiche con residenza in Campania o persone giuridiche con sede legale in Campania

 

Requisiti per l’accesso al bando (alla data di presentazione della domanda):

  • detengono e conducono almeno 50 alveari;
  • sono assegnatari di Codice Identificativo Univoco ed hanno registrato gli alveari detenuti nella Banca Dati Apistica Regionale (BDA_R) ai sensi delle disposizioni nazionali e regionali vigenti;
  • hanno costituito il proprio fascicolo aziendale nella Banca Dati SIAN e che lo stesso sia attivo ed aggiornato;
  • sono iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura con indicazione del codice attività 01.49.30 Apicoltura;
  • avere registrato nella Banca Dati Apistica Regionale (BDA_R) ai sensi delle disposizioni nazionali e regionali vigenti un numero di alveari almeno pari a quello delle arnie complessivamente finanziate, in adesione a bandi analoghi al presente per le annualità 2013/2014, 2014/2015 e 2015/2016.  

Gli apicoltori, che nell’arco dell'ultimo triennio hanno beneficiato di contributi per l’acquisto di un numero di arnie complessivamente superiore al numero di alveari registrati nella Banca Dati Apistica Regionale (BDA_R) sono esclusi dai benefici previsti per la corrente annualità e per quella successiva (2017/2018), ad eccezione di casi debitamente giustificati. 


Data di scadenza (presentazione domanda)

Entro 30 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 75 del 14/11/16. AP.AS. consiglia di consegnare tutta la documentazione entro e non oltre il 9 dicembre 2016 presso gli uffici provinciali competenti.

 
Data di ultimazione (presentazione rendicontazione)

I beneficiari devono far pervenire presso gli uffici competenti tutta la documentazione necessaria entro il termine del 20 luglio 2017

Per le domande inoltrate a mezzo raccomandata A/R fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante.


Spese

Può essere ammessa a contributo una spesa massima, in funzione del numero di alveari denunciati, come di seguito indicata:

  • da 50 a 150 alveari: € 5.000,00;
  • da 151 a 240 alveari: € 7.500,00;
  • da 241 alveari: € 10.000,00.

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di arnie con fondo a rete, nuove di fabbrica, delle tipologie di seguito indicate:

A) arnia in legno costituita da 10 o 12 favi – spesa massima ammessa per singola arnia: €130,00 – IVA esclusa;

B) arnia in legno costituita da 6 - 7 favi – spesa massima ammessa per singola arnia: € 60,00 – IVA esclusa.

L’acquisto di arnie può essere costituito anche da una combinazione delle due tipologie di arnie indicate in tabella.

Le arnie acquistate da ciascun beneficiario devono essere identificate, a cura dello stesso, con contrassegno indelebile (marchio a fuoco della profondità minima di 4 mm o vernice indelebile). Tale contrassegno deve riportare l’anno di finanziamento, la codifica ISTAT della provincia di appartenenza, il Codice Identificativo Univoco rilasciato dall’Azienda Sanitaria Locale (ASL) territorialmente competente (D.M. 11 agosto 2014) ed il numero riferito alla posizione in graduatoria regionale del beneficiario ammesso, per l’annualità in corso. Tale contrassegno è comunicato ai beneficiari dalla UOD - Servizio Territoriale Provinciale competente. 

Il contributo è determinato nella misura del 60% della spesa massima ammessa. In ogni caso la spesa ammessa non può essere inferiore ad € 2.000,00 (IVA esclusa) e superiore ad € 10.000,00 (IVA esclusa).

Non è concesso alcun contributo per l’acquisto di materiale usato. L’imposta sul valore aggiunto (IVA) corrisposta dai beneficiari ai fornitori, all'atto del pagamento dei beni acquistati, non è ritenuta ammissibile a contributo. Non sono altresì ammissibili a contributo le spese di trasporto.


Le domande di finanziamento devono essere redatte secondo lo schema/modello predisposto da AGEA e disponibile sul sito www.sian.it.

Le domande vanno presentate presso le sedi regionali dislocate su ciascuna provincia (UOD). In alternativa possono essere spedite.

 

Sul sito della Regione Campania è possibile scaricare il bando completo