Raccolta fondi per l’Isola dei Canguri e per salvare il patrimonio dell’ape ligure

Cari amici e colleghi,

sarete tutti certamente a conoscenza della grave emergenza che ha colpito l’Australia, devastata da incendi di impressionanti proporzioni. Nella regione meridionale c’è un’isola chiamata Isola dei Canguri (Kangaroo Island) che dal lontano 1885 è santuario dell’ape ligure (grazie al Ligurian Bee Act), protetto e disciplinato dalla legge australiana. Sussiste tuttora il divieto di importare colonie di api nonché attrezzature e materiali apistici usati e miele.

Molti apicoltori italiani negli anni si sono recati sull’isola per lavoro o per visitare una realtà così diversa e lontana dalla nostra, rimanendone affascinati dalla vegetazione selvaggia, e instaurando legami di amicizia, stima e rispetto con gli apicoltori locali.

L’azienda apistica più grande dell’isola è Island Beehive, con oltre 1000 alveari a conduzione biologica, il cui patron è Peter Davis, decano dell’apicoltura dell’isola.

In base alle ultime stime aggiornate, un quarto della popolazione delle api liguri dell’isola è andato perduto a causa degli incendi e la sola Island Beehive ha perso oltre 400 alveari. Il 90% dei siti da loro utilizzati per le postazioni degli apiari è stato seriamente compromesso. A essere in pericolo è tutto il patrimonio apistico australiano scampato agli incendi, per carenza di nettare e polline derivante dall’assenza di fiori e vegetazione andata bruciata, che impiegherà anni per rigenerarsi.

Ripristinare tale patrimonio nell’isola non sarà facile, visto che essa è un santuario che non consente per legge,
l’importazione di alveari. Occorrerà un immane lavoro da parte degli apicoltori locali per spostare gli alveari in zone sicure con vegetazione ancora intatta, acquistare nel frattempo nutritori e nutrimento per non far morire le api di fame.

Unaapi si fa portavoce di questa emergenza, ovvero salvare il patrimonio delle api liguri, divulgando le iniziative a sostegno dei colleghi australiani, colpiti dall’immane catastrofe ambientale.

In particolare, segnaliamo due possibilità di donazioni dirette: con la prima, è possibile aiutare l’intera comunità di Kangaroo Island, attraverso una donazione tramite bonifico bancario internazionale al Kangaroo Island MayoralRelief and Recovery Bushfire Fund, i cui estremi si possono  trovare QUI

È possibile partecipare anche in forma anonima e donare piccole somme


Giuseppe Cefalo, Venticano 08/01/2020