Prime indicazioni per identificare l'infestazione

Scatta l’allarme! È stato identificato, i primi di settembre, un focolaio di Aethina tumida (un piccolo scarafaggio) in provincia di Reggio Calabria, in prossimità del porto di Gioia Tauro. A darne comunicazione ufficiale è stato il CRA-api.

Il coleottero della famiglia dei Nititulidi è originario dell’Africa ma ha già invaso l’intera America provocando ingenti danni all’apicoltura locale.

Il Ministero della Salute è stato subito allertato e sono scattate le prime misure di controllo e contenimento nel raggio di 20 km dal focolaio. Molta attenzione va posta da coloro che hanno effettuato nomadismo nella zona ed in generale in tutta la Calabria per evitare che il coleottero si diffonda rapidamente ina altre zone d’Italia. Gli apicoltori che si sono recati nelle zone sotto indagine sono invitati vivamente a scaricare i protocolli di identificazione e a mettere in atto tutte le misure per identificare e contenere eventuali infestazioni.

Nel caso di dubbi, oltre alla denuncia al servizio veterinario locale, è opportuno contattare immediatamente il servizio SPIA della rete BeeNet (modulo di segnalazione a BeeNet, Segreteria telefonica BeeNet Tel. 051 361466).

È possibile approfondire l’argomento collegandosi al sito dell’UNAAPI

In breve:
-il dossier sull'Aethina tumida;
-come collocare le bande diagnostiche (nuova versione: 06-10-14);
-nota del Ministero della Salute;