BANDO APICOLTORI- (ARNIE, ANTIFURTI, BILANCE E ATTREZZATURE PER IL
NOMADISMO)


Bando pubblico di finanziamento per l’acquisto di arnie con fondo a rete per il controllo della varroasi (sotto azione b.3) e di attrezzature e materiali specifici per l’esercizio del nomadismo (sotto azione c.2.2).


Annualità 2021- 2022 -annata apistica 2022
In attuazione del Regolamento (CE) n. 1308/2013.
D.D. n. 420 del 01/12/2021, pubblicato sul BURC n. 112 del 06/12/2021


Somme totali messe a disposizione

  • misura b.3: 284.621,51 € (TOT comprensivo del contributo pubblico e di quello privato) cofinanziata al 60%;
  • misura c.2.2: 97.584,52 € (TOT comprensivo del contributo pubblico e di quello privato) cofinanziata al 50%.

Beneficiari
Apicoltori professionisti/imprenditori apistici che abbiano:

  • la residenza oppure la sede legale in Campania;
  • registrati e censiti gli alveari in BDA-R al 31/12/2020.


Requisiti per l’accesso al bando (alla data di presentazione della domanda)   

  • detengono e conducono almeno 50 alveari al momento di presentazione della domanda;
  • sono assegnatari di Codice Identificativo Univoco ed hanno registrato gli alveari detenuti nella
    Banca Dati Apistica Regionale (BDA_R) ai sensi delle disposizioni nazionali e regionali vigenti (registrati in commercializzazione);
  • hanno costituito il proprio fascicolo aziendale nella Banca Dati SIAN e che lo stesso sia attivo ed aggiornato
    anche con l’IBAN;
  • sono iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura con
    indicazione del codice attività 01.49.30 Apicoltura;
  • hanno registrato nella Banca Dati Apistica Regionale (BDA_R) ai sensi delle disposizioni nazionali e regionali vigenti un numero di alveari almeno pari a quello delle arnie complessivamente finanziate, in adesione a bandi analoghi al presente per gli anni apistici 2019, 2020 e 2021.

Gli apicoltori che, nell’arco dell'ultimo triennio, hanno beneficiato di contributi per l’acquisto di un numero di arnie complessivamente superiore al numero di alveari registrati nella Banca Dati Apistica Regionale (BDA_R) sono esclusi dai benefici previsti per la corrente annualità (2022) e per quella successiva (annata apistica 2023), ad eccezione di casi debitamente giustificati.

Data di scadenza (presentazione domanda)
Le domande devono pervenire alla Regione Campania, presso gli uffici territorialmente competenti entro il 30 giorni dalla pubblicazione del BURC ovvero entro il 4/01/2022.

Gli uffici regionali ai quali presentare la domanda sono riportati, invece, all’art. 6 del bando. La competenza provinciale degli uffici regionali è determinata dalla provincia ove ricade la sede legale dell'azienda del richiedente

La domanda può essere trasmessa anche via PEC ai competenti uffici regionali (vedi art.6 pag 4). Per le domande consegnate a mano, fa fede la data del protocollo di accettazione; per le domande spedite via PEC, fa fede la data di
trasmissione delle stesse.


Spese ammesse
Può essere ammessa a contributo una spesa massima, in funzione del numero di alveari denunciati, come di seguito indicata:

  • da 50 a 150 alveari: € 5.000,00;
  • da 151 a 240 alveari: € 7.500,00;
  • da 241 alveari: € 10.000,00.

La spesaammessa per entrambe le sotto azioni non può essere inferiore ad € 2.000,00 (IVA esclusa) e superiore ad € 10.000,00 (IVA esclusa).

Ciò significa che si può partecipare ad entrambi i bandi, ma il totale delle due fatture, quella per l’acquisto delle arnie (b.3) e quella per l’acquisto degli altri materiali (c.2.2), non può superare l’ammontare di 10.000 €.

Nel caso di riconoscimento dell’IVA, le spese ammesse sopra indicate (minima e massima) rimangono invariate e comprensive della stessa IVA.


Materiali acquistabili
Per la misura b.3 (arnie) -contributo del 60%

A) arnia in legno, realizzata secondo le differenti tipologie, costituita da 10 o 12 favi, completa di nido, melario, coprifavo, coperchio piano ricoperto interamente di lamiera zincata, telaini da nido e da melario, inchiodati con o senza fogli cerei montati, coprimaschera ricoperto di lamiera, porticina metallica e verniciatura – spesa massima ammessa per singola arnia: € 130,00 – IVA esclusa;

B) arnia in legno, realizzata secondo le differenti tipologie, costituita da 6 - 7 favi, completa di nido, coprifavo, coperchio piano ricoperto interamente di lamiera zincata, telaini da nido, inchiodati con o senza fogli cerei montati, coprimaschera ricoperto di lamiera, porticina metallica e verniciatura – spesa massima ammessa per singola arnia: € 60,00 – IVA esclusa.

L’acquisto di arnie può essere costituito anche da una combinazione delle due tipologie di arnie indicate.

Per la misura C.2.2 (bilance, antifurti e attrezzature per il nomadismo) -contributo del 50%
Per le sole aziende che esercitano il nomadismo, come risulta dalla registrazione in BDA_R (almeno un apiario nomade), sono ammissibili anche le spese relative all’acquisto di:     

  • antifurti e bilance per alveari dotati di sistema trasmissione dati per il controllo da remoto;
  • gru elettriche, gru idrauliche, bancali, transpallet e muletti caricatori; l’acquisto di queste ultime attrezzature è consentito solo a coloro che, all’atto di presentazione della domanda, hanno censito un numero di alveari superiore a 200.


Criteri di attribuzione dei punteggi

Si invitano i soci a porre attenzione ai criteri di assegnazione dei punteggi (paragrafo 9.3 –pagina 10) ed in particolare al fatto che verranno assegnati i 10 punti relativi alla formazione solo a coloro che, nelle passate annate apistiche (2020 e/o 2021), hanno seguito seminari (a.2) ed incontri in apiario (b.1) per un minimo di 10 ore. A tal fine gli apicoltori interessati allegano apposita attestazione rilasciata dall’Associazione.

Si ricorda anche che, ai fini del punteggio relativo al laboratorio di smielature (10 pt), quest'ultimo deve essere registrato in GISA e dunque risultare dal report della BDA-R.


Per scaricare il bando ed i relativi allegati visita la pagina dedicata della Regione Campania.